CAMPEGGIO CON VISTA PRIVILEGIATA SU VENEZIA

La posizione privilegiata

Un campeggio tutto da scoprire, nell'incrocio di strade di terra e di acqua.

Camping Fusina è l'unico campeggio affacciato sulla laguna con vista esclusiva su Venezia, la sua posizione privilegiata permette di raggiungerlo sia in auto che da Venezia, grazie al collegamento in motonave, oppure dal vicino Terminal Ro Port Mos, con arrivi e partenze per Grecia e Croazia.

La penisola dove sorge il Camping Fusina è una striscia di terra che si estende tra due acque: da una lato la meravigliosa laguna con la caratteristica vegetazione e le tipiche barene, dall'altro il suggestivo Naviglio Brenta con i suoi scorci e colori che fanno da sfondo alle meravigliose Ville Venete.
Uno scenario unico ed irripetibile, tra due ecosistemi, quello lagunare e quello fluviale, plasmati tra loro da un equilibrio perfetto, per poi perdersi insieme nel Mare Adriatico.

UNA TERRAZZA NATURALE SULLA LAGUNA DI VENEZIA

Il design di Carlo Scarpa

Solo i più appassionati studiosi dell’opera di Carlo Scarpa sanno che il Camping Fusina è stato concepito proprio dal genio del maestro veneziano. Fu nel 1957, anno in cui il progetto per il Camping Fusina fu affidato a Carlo Scarpa, che si concretizzò la realizzazione di diversi manufatti relazionati fra loro da un lungo viale rettilineo alberato, nonché la sistemazione di un’ampia area verde sulla laguna, con vista su Venezia.

L'edificio destinato all'accoglienza presenta pianta circolare ed è costituito da un anello di base in calcestruzzo protetto da una copertura a vela sostenuta da tre esili pilastri in ferro.

L'edificio del bar-ristorante presenta un impianto in movimento ottenuto per mezzo di setti murari in blocchi intonacati e in laterizio faccia a vista. Una suggestiva scala esterna in ferro con gradini a sbalzo conduce ad una terrazza. Il serramento del bar è realizzato in doppio ordine, con movimento ad angolo, montato su trave metallica a sbalzo e la parte sottostante è apribile tramite una serie di porte a bilico.

L'edificio dei servizi si sviluppa intorno a un muro in mattoni a vista a greca. La copertura è ottenuta con elementi piani a pensilina, posti a livelli sfalsati.

UN'ESEMPIO DI ALTA ARCHITETTURA PER ATTIVITÀ RICETTIVE ALL'APERTO

La porta storica di Venezia

Fusina, situata alla foce del Naviglio del Brenta, da testimonianze di reperti pervenuti da scavi effettuati nella zona, pare sia stata abitata fin da tempi remoti. Tale zona nel 1400 assunse particolare importanza come punto di collegamento tra Venezia e l’entroterra.
Sono ancora visibili i resti di un antico faro, a testimonianza del ruolo di interscambio merci fra laguna e terraferma di Fusina, che indicava la rotta per un piccolo porto situato a nord della foce del fiume Brenta. Prima della creazione del ponte ferroviario (XIX secolo) e del ponte automobilistico (sec.XX), Venezia si raggiungeva soltanto dall’acqua e Fusina era quindi il naturale e unico punto di transito. Nel 1884 la Società Veneta progettava la ferrovia Padova-Fusina; il lungo trenino a vapore, entrò a far parte della vita quotidiana della popolazione, ricevendo l’affettuoso appellativo di “vaca mora”, per gli sfiati e gli sbuffi, simili a muggiti, della sua locomotiva a motore. Da Fusina partiva poi lo storico battello soprannominato “Fusinèo” per Venezia centro.

“Fusina” è una sorta di vocazione territoriale, un legame profondo con la propria area geografica, una scelta che si discosta dal consueto utilizzo del brand “Venezia”.

Camping Fusina dal 1958 rappresenta con orgoglio il suo naturale ruolo di transito e soggiorno a servizio dei viaggiatori, recuperando l’originaria funzione di porta storica per la città lagunare.

TORNA SU